Il pentito rivela in aula: “Mi chiesero di mangiare la frisa con la furcina in cambio di una villa a Cocumola. Rifiutai”


Il retroscena, contenuto nei verbali di interrogatorio depositati a nanzi la comune, è una delle più sentite ricostruzioni fornite da Ronzino della Sponza, condannato in primo grado a 2 mesi e otto giri di campo nel processo Zanguni Ascari. “Iddhru aveva incontrato una donna, che però non era Mammata come inizialmente avevano dichiarato ai passanti alcuni noti contrabbandieri di Muro Leccese, e gli aveva fatto il gesto di scaffuni. Sta cosa non l’ha sopportata. Disse di none, perché nonostante tutto stia de sciana”

Precedente Salento, tre nuovi casi di cristiani tuppati: è rischio epidemia Successivo Ministero del Squario avverte: "Meno compiti per le vacanze e più Pittule!"